Nuova Zelanda e Isole Cook

Pensiero degli sposi

“Cara Anna, eccoci rientrati da un viaggio che sicuramente non dimenticheremo mai. Devo dire che la premium economy è una favola, siam riusciti a dormire praticamente tutto il viaggio, e che confort! Dopo averla provata penso che faremo davvero fatica a rinunciarci in futuro!! Nuova Zelanda ed Isole di Cook: paesaggi, profumi, colori, sensazioni che sicuramente ci accompagneranno negli anni. Dopo circa 26 ore di volo eccoci arrivati nell'isola del Sud. Forse, tra le due isole neozelandesi, quella più magica. Poco traffico, paesaggi mozzafiato, cortesia e gentilezza dei pochi abitanti. Il fiordo di Milford Sound, le montagne innevate, il vento, non dimenticheremo proprio nulla. Sicuramente ci rimarranno impressi in maniera indelebili i colori cristallini dei laghi Ruataniwha e Pukaki. Nonostante le innumerevoli fotografie, il panorama visto con i propri occhi resta irriproducibile. Dopo la risalita dell'isola del sud, ecco l'isola del nord. Abbiamo apprezzato tantissimo la coltura Maori e la loro tradizione, la bellezza del parco del Tongariro ed i colori dei laghi vulcanici di Rotorua. Anche qui il tempo, forse, è passato velocemente, a tal  punto che siamo decollati alla volta delle isole di Cook. Dopo una piccola sosta a Rarotonga, siamo atterrati ad Aitutaki, la laguna più bella del mondo (a detta dei locali). Acque cristalline, sembravano piscine! Facevamo davvero fatica a credere che fossero acque oceaniche. Camminate interminabili sulle spiagge, nuotate tra coralli e pesci tropicali (sembrava di stare in un acquario). Escursioni di snorkeling letteralmente da panico. Poche righe per ringraziarti di averci concesso la possibilità di visitare questi paradisi terrestri con un servizio preciso e puntuale. Grazie di aver contribuito nell'aver realizzato i nostri sogni. Veronica & Stefano”  

01-02-03^ GIORNO : MILANO - LONDRA - AUCKLAND - QUEENSTOWN

Volo per Auckland.

Arrivo e volo interno per Queenstown.

Trasferimento in auto privata e autista parlante inglese all’hotel.

Sistemazione presso il Copthorne Hotel & Apartments Lakeview ***sup in camera Superior Lakeview.

Pomeriggio a disposizione per il riposo.

04^ GIORNO : QUEENSTOWN

Partenza dal vostro hotel alle ore 07.05.
 
Oggi , sarete prelevati dalla Real Journeys e viaggerete in comodi pullman  da Queenstown lungo le rive del lago Wakatipu , e attraverso la campagna ondulata fino a Te Anau .
Dopo una breve pausa a Te Anau , si continua lungo la spettacolare Milford Road, fino a Milford Sound .
Salirete a bordo della vostra nave Real Journeys per una crociera lungo tutta la lunghezza del Milford Sound fino al Mare di Tasman . Ci sono ottime possibilità di visualizzazione di cascate , foreste pluviali , montagne e la fauna selvatica .
A fine crociera rientro in pullman in città.
 
Il Milford Sound è, con il Doubtful Sound, il più noto tra i fiordi del Nuova Zelanda.
Il Mitre Peak, la montagna a forma piramidale che domina il fiordo, è uno dei soggetti naturali più fotografati in Nuova Zelanda.
Tra quelli dell’isola del Sud il Milford è l'unico fiordo che può essere raggiunto interamente via terra. Dal suo punto più interno il fiordo si prolunga per circa 22 km fino al Mare di Tasmania: i visitatori possono quindi viaggiare comodamente su una delle diverse navi da crociera lungo tutta la lunghezza del fiordo fino al mare aperto.
Frequenti gli avvistamenti di pinguini (Fiordland Crested Penguin), delfini (Bottle Nose Dolphins e Dusky Dolphins) e leoni marini (New Zealand Fur Seals). Quest’ area fa parte del Fiordland National Park (istituito nel 1952), un vasto e selvaggio territorio nel cuore del Te Wāhipounamu,  patrimonio dell'umanità, nel sud-ovest dell'isola del Sud della Nuova Zelanda. Si tratta di un settore in cui innevate montagne, ininterrotte foreste e praterie, fiumi di ghiaccio e profondi laghi danno origine ad un paesaggio di eccezionale bellezza.
Pernottamento in hotel.
 

05^ GIORNO : QUEENSTOWN - LAKE TEKAPO

Ritiro della vettura noleggiata presso il deposito Budget in città.

Partenza lungo la strada n°6, svoltate a sinistra all’altezza di Cromwell e proseguite fino a Tarras.

Con una piccola deviazione potrete visitare Arrowtown, antica cittadina mineraria sorta durante la corsa all’oro alla fine del 1800. La cittadina conserva i tratti caratteristici del secolo scorso definendo una particolare atmosfera.

Proseguite sulla n°8 fino a Lake Tekapo.

Percorrerete la “Southern Heritage Route” attraversando i paesaggi sperduti del Lindis Pass e costeggiando il Lake Pukaki in cui si riflettono le Southern Alps.

Pernottamento presso il Peppers Bluewater Resort in camera Hotel****

Lake Tekapo è un delizioso villaggio alpino nel cuore dell’Isola del Sud. Completamente circondato da montagne si trova sul bordo del lago glaciale omonimo. L’acqua del lago è di un colore turchese intenso ed il cielo è di una straordinaria chiarezza, rendendo infatti Lake Tekapo una delle migliori zone del mondo per sondare il cielo dai suoi osservatori posti sulla cima del Mount John. Il paese nacque come luogo di ristoro per i pastori ed i colonizzatori: il suo nome in Maori (taka-po) significa infatti “materasso per una notte”. Oggi invece è una tranquilla località turistica.

L’edificio più importante è la Church of the Good Shepherd, chiesa in pietra che sorge solitaria a dominio del lago e che fu costruita nel 1935 in memoria dei pionieri che bonificarono questa zona per poter pascolare i loro greggi di pecore merinos. Nei pressi della chiesa vi è la statua di un cane da pastore , omaggio al miglior amico dell’uomo.

06^ GIORNO : LAKE TEKAPO - CHRISTCHURCH

Partenza lungo la “Southern Heritage Route” sulle strade n°8 e 79 fino a Geraldine e proseguimento sulla strada “The Inland Scenic 72 Route” fino a Christchurch.

Questo percorso offre viste spettacolari sulle Southern Alps e sulle Canterbury Plains (alternativamente da Geraldine potrete percorrere la strada n°1, più veloce).

N.B. la città sta rinascendo con tenacia e creatività dopo i terremoti del 2010/11.

Pernottamento presso il  PEPPERS CLEARWATER RESORT  IN QUAY ROOM  ****.

07^ GIORNO : CHRISTCHURCH - KAIKOURA

Partenza in direzione nord lungo la strada n° 1 “Alpine Pacific Triangle” fino a Kaikoura, attraversando la regione vinicola di Waipara.
 
Kaikoura una cittadina adagiata in una baia a ridosso della Kaikoura Peninsula protetta dalle cime, in inverno innevate, delle vicine montagne del Kaikoura Range.
Abitata da oltre mille anni dai maori, Kaikoura diventò nell'Ottocento una base di balenieri e cacciatori di foche; poi l'attività dei suoi abitanti si ridusse alla pesca del "crayfish" (in maori Kaikoura significa appunto mangiare l'astice).
Kaikoura è diventata una meta naturalistica, il luogo del mondo dove è facile avvistare il capodoglio, la più grande balena dentata degli oceani. Il segreto delle acque di Kaikoura? Un canyon sommerso profondo più di 1000 metri, a sole poche miglia dalla costa. Questa insolita conformazione dei fondali rende le acque di Kaikoura (Nuova Zelanda) estremamente ricche di vita, facendone un luogo famoso in tutto il mondo per l'osservazione dei Cetacei.
Il paesaggio è selvaggio, e quando sei lì ti rendi conto subito che Kaikoura non è niente più di un piccolo paesino. Eppure, grazie ai Capodogli, ai delfini e ad altri Cetacei che vivono nelle sue acque, Kaikoura è diventato un luogo famoso in tutto il mondo, ed è divenuto una metà turistica imperdibile per chi decide di viaggiare in Nuova Zelanda.
 
Per questo pomeriggio  abbiamo incluso la seguente escursione:
Escursione in barca (INCLUSA)  (durata 3 ore), con partenza alle ore 12.45. Trovarsi 15 minuti prima.  Capodogli semi-residenti di Kaikoura per  condividere il loro mondo unico con una serie di altre specie di balene e delfini, foche e albatros- tutti gli avvistamenti regolari a bordo Whale Watch tour (tasso di successo del 95% di avvistare una balena).
Pernottamento in studio room presso il THE WHITE MORPH HERITAGE BOUTIQUE COLLECTION.
 

08^ GIORNO : KAIKOURA - PICTON - WELLINGTON

Raggiungete con la vostra auto il porto e rilasciate la stessa al deposito della Budget Rent a car.

Imbarco sul traghetto delle ore 13.15  per Wellington - Isola del Nord (check in almeno 45 minuti prima).

Navigazione di circa 3 ore con inizio tra i fiordi dell’isola del sud.

Arrivo e ritiro dell’auto noleggiata presso il deposito Budget (stessa categoria).

Pomeriggio a disposizione.

Pernottamento in camera studio suite  presso l’hotel Distinction Wellington ***/*.

Attuale capitale della Nuova Zelanda e seconda area urbana, Wellington è posta all'estremo sud dell'Isola del Nord e viene spesso paragonata a San Francisco, per le sue colorate abitazioni, le ripide via ed i cable car.

E' conosciuta per il suo freddo clima invernale, causato dai venti antartici che soffiano nello stretto di Cook. D'estate, invece, diventa un centro piacevole, anche se meno animato di Auckland. E' il punto di partenza del traghetto e dei catamarani che collegano quotidianamente l'Isola del Nord all'Isola del Sud.

Di solito da Wellington si parte velocemente per l'Isola del Sud ma, soprattutto dopo le recenti ristrutturazioni, è possibile scoprire una città affascinante, raffinata, ricca di "storia", vivace e attiva. Le sue ridotte dimensioni permettono poi di visitarla a piedi senza problemi. La sua principale attrattiva è il TE PAPA, il magnifico museo primo per importanza della Nuova Zelanda . In lingua Maori, Te Papa vuol dire "il nostro posto". Questo museo contiene tutta la storia della Nuova Zelanda, a partire dalla prima colonizzazione Maori.

09^ GIORNO : WELLINGTON - TONGARIRO

Partenza verso nord lungo la strada n°1 fino a Waiouru, girate a sinistra sulla n°49 e poi a destra costeggiano il Tongariro National Park; una volta incrociata la n°38 girate a destra entrando nel parco.

Potrete poi raggiungere il Whakapaka Village, punto di partenza per effettuare le passeggiate all’interno del parco.

Pernottamento in superior room  presso l’hotel Chateau Tongariro ****.

Il Tongariro National Park è stato il primo parco naturale istituito in Nuova Zelanda, il quarto più vecchio nel mondo. Questo primato la dice lunga sulla sua bellezza e spettacolarità e ne fa una delle mete più ambite per viaggi naturalistici in questa nazione.

Nel suo interno innumerevoli le passeggiate ed i circuiti escursionistici di variabile durata, dalle poche ore a svariati giorni.

Vi sono tre vulcani attivi: M. Ruapehu, M. Tongariro e M. Ngaurohoe: lava, fango bollente, neve, deserti e foreste si alternano continuamente senza soluzione di continuità.

10^ GIORNO : TONGARIRO N.P. - ROTORUA

Ritornate sulla strada n°47 fino a Turangi e proseguite lungo la n°1 costeggiando l’immenso lago di Taupo.

Imboccate poi la n°5 “Thermal Explorer” fino a Rotorua.

Pernottamento in camera superior room presso l’hotel Sudima Lake ***/*.

Il Lago Taupo è posto nel mezzo di una pulita e verde campagna, con lo sfondo di uno spettacoloso scenario di montagne, nel mezzo di una bellissima foresta nativa e in prossimità di alcune delle più estese foreste di pini nell'emisfero australe.

I laghi e i fiumi di questa zona sono famosi per una varietà di sport invernali e di sport acquatici, inclusa la vela, lo sci d'acqua e le corse di motoscafi idrogetti, mentre la zona limitrofa provvede un ambiente perfetto per un numero di sport terrestri, tra cui il ciclismo con la mountain bici e lunghe camminate.

La regione è stata per lungo tempo rinomata come la capitale mondiale della pesca alla trota e offre le migliori località per la pesca alla lenza della trota iridata e della trota salmonata tanto nel lago quanto nei suoi maggiori fiumi - il Tongariro ed il Waikato.

11^ GIORNO : ROTORUA

Giornata a disposizione.

Inclusa per oggi : ADMISSION FEE  WAI-O-TAPU THERMAL WONDERLAND

(Alle ore 10.15 assisterete all’eruzione del Gyser Lady Knox fatta eruttare con una soluzione apposita)

Pernottamento in hotel.

Rotorua è sicuramente la meta turistica più visitata dell’Isola del Nord, soprannominata “la città dello zolfo” per l’intensa attività termale che la caratterizza. Meta di turisti fin dall’800, è particolarmente interessante sia dal punto di vista geologico e morfologico che da quello etnologico, è infatti sede della più grande comunità Maori della Nuova Zelanda moderna.

Assolutamente da non perdere è la visita del centro di cultura Maori e del parco geotermale dei geysers di Te Puia, dove vi è il geyser Pohutu che erutta circa ogni ora.

Vi sono curiose pozze di fango bollente, cristalli di zolfo, laghi blu cobalto e una miriade di fumarole.

Per la sera organizzate una classica cena Hangi con spettacolo di danze maori, la più genuina è quella del Centro di Cultura. Consiglio una breve visita alla chiesetta anglicana maori di St. Faith, esattamente davanti al Marae e alla casa comune dove la sera tengono gli spettacoli di danza folcloristica.

Altra meta assolutamente obbligata è la zona termale di Wai o Tapu (lungo la strada per Taupo) dove potrete sbizzarrirvi tra pozze dai colori più incredibili, verde mela, arancioni, gialle.... il geyser Lady Knox erutta una sola volta al giorno, verso le 10.30, con uno spruzzo di oltre 20 mt.

Per chi ama i panorami visti dall’ alto e sino all’ orizzonte sicuramente la funicolare panoramica offre queste emozioni.

ALLE ORE 17.30 PARTENZA DAL VOSTRO HOTEL PER L’ESCURSIONE: TE PO – CENA HANGI AND CONCERT ( NON E’ INCLUSO INGRESSO ALL’AREA GEOTERMICA)

12^ GIORNO : ROTORUA - MATAMATA - AUCKLAND

Questa mattina presto partenza per il punto di partenza dell’escursione Matamata (INCLUSA) (circa 80 km da Rotorua) – inizio escursione ore 11.00 ( trovarsi 15 minuti prima al Matamata I-SITE- visitor information centre- Il Matamata i-SITE Visitor Centre è situato in posizione centrale nella città rurale Waikato  di Matamata e situato alla base del pittoresco Kaimai Ranges)
Si viaggia in direzione sud alla volta di Bombay Hills e delle verdi zone collinari di Waikato. Ed eccoci nella contea di Hobbiton. Riconoscerete immediatamente le zone del set del Signore degli Anelli. Siete esattamente sul set, il più vasto “set verde” del mondo.Qui scoprirete le 37 casette degli Hobbit, il Mulino, il party tree ed il ponte a doppio arco.
Proseguimento per Auckland a circa 150 km di distanza.
Sistemazione in deluxe room presso l’hotel RENDEZVOUS HOTEL AUCKLAND ****.
 
Auckland viene giustamente definita la “città delle vele” per il numero sorprendente di barche che è possibile ammirare nella baia praticamente a qualsiasi ora del giorno. Il cuore della città è Queen Street, bella e sobria via principale, lungo la quale i negozi di abbigliamento elegante si alternano ai molti sportivi, banche ed uffici cambio, teatri e ristoranti.
Assolutamente da non perdere è una visita allo Sky Tower, all’angolo tra Victoria e Federal Street. Con 328 mt d’altezza è l’edificio più alto dell’emisfero Sud; all’interno vi sono ristoranti e bar, un albergo e il casinò, ma la maggiore atttrazione è sicuramente la spettacolare vista di Auckland e della baia che si gode dalla sommità.
Una visita obbligata è sicuramente al museo della città il “War Memorial Museum”, ubicato all’interno del parco più grande della città e che offre una splendida sezione di reperti Maori e di tutte le popolazioni polinesiane. Potrete inoltre osservare canoe di guerra riccamente intagliate, capanne per lo storaggio delle famose kumara, piccoli sacrari decorati, oggetti di uso quotidiano come ami da pesca e aghi ma anche armi da guerra, suppellettili di osso intagliato, tessuti di ogni genere, sculture di divinità e strumenti musicali (ahimè a volte ricavati da ossa umane).
Altro luogo di un certo interesse è Mt. Eden, uno dei numerosi vulcani della città, da cui si gode una spettacolare vista di Auckland dall’alto, con la baia di sfondo.
E’ inoltre un ottimo punto per rendersi conto del numero incredibile di coni vlucanici ormai inattivi che caratterizzano la Nuova Zelanda e di come queste colline venissero utilizzate dai Maori per costruire villaggi protetti da palizzate quasi inespugnabili per gli europei, con coltivazioni a terrazze e buche di storaggio.
Siete appassionati del Signore degli Anelli? Hobbiton la città degli Hobbit raggiungibile in giornata si trova nella fattoria di Matmata ad un’ ora circa da Auckland, possibile organizzare escursioni in giornata.
Da quando l’America’s Cup è stata ospitata a Auckland anche la zona dei docks ha subito un cambiamento strepitoso ed è chiamata ora “The Viaduct”. Tale zona si è trasformata in area pedonale con ristorantini e bar veramente graziosi, assolutamente da non mancare.

Per questa sera abbiamo prenotato la cena ALL’ORBIT PRESSO LA  SKY TOWER DI AUCKLAND.
 

13^ GIORNO : AUCKLAND - RAROTONGA

Giornata a disposizione per le libere attività.

La camera andrà rilasciata in mattinata . Rilascio della vettura in aeroporto e volo per Rarotonga.
Si supera la linea del cambio data e si arriva la notte tra il 25 settembre e il 26 settembre.
Arrivo meet and great e trasferimento in auto privata e autista parlante inglese all’hotel.
Pernottamento e cooked  breakfast inclusa presso l’htel MANUIA BEACH RESORT ***/* in premium garden suite. Immediata sistemazione e proseguimento del pernottamento.
 
RAROTONGA AITUTAKI
Trasferimento su base collettiva all’aeroporto e volo interno (GZ 614 delle ore 10.30 con arrivo alle ore 11.20) per Aitutaki.
Trasferimento su base collettiva all’hotel.
Pernottamento con tropical breakfast incluso presso l’hotel ETU MOANA ***** in garden & lagoon view villas.
Boutique hotel molto carino situato  direttamente su una magnifica spiaggia di sabbia bianca ed offre solo 10 ville costruite in tipico stile polinesiano e dotate di grande veranda coperta. Ottima la posizione per nuoto e snorkelling ed indimenticabili i tramonti.

Le ville si differenziano principalmente per la loro posizione rispetto alla spiaggia nonostante la laguna sia comunque visibile da praticamente tutte le sistemazioni.
 
LE ISOLE COOK
Una rete di 15 isole coralline nel cuore del Sud Pacifico sparse in un’area grande quanto l’India (2 milioni di kmq) e una popolazione pari a quella di una piccola cittadina neozelandese, circa 14000 abitanti. Suddivise tra Northern Cook, che comprendono Suwarrow, Nassau, Pukapuka, Manihiki, Rakahanga e Penrhyn e Southern Cook, con Rarotonga, Aitutaki, Atiu, Mitiaro, Mauke, Mangaia, Palmerston, Manaue e Takutea. Sicuramente uno degli arcipelaghi più affascinanti, dalla natura splendente e dalla cultura ricca di antiche tradizioni che il Pacifico, nella sua incredibile immensità, sia in grado di offrirci. Il profumo di Tiare, emanato dalla miriade di fiori che ricoprono tutte le isole e che gli indigeni imparano ad intrecciare in splendide collane, sin dalla più giovane età, le melodie frenetiche del “tamurè”, la tipica danza dei Mari del Sud ballata dalle più belle e più brave danzatrici del Pacifico, lo splendido scenario delle isole vulcaniche e di quelle coralline, le lagune trasparenti contornate dalle spiagge più bianche e dai reef più vivi e colorati ed infine, ma non ultimo, la cordialità di un popolo meraviglioso che accoglierà ognuno di voi con uno splendido e meraviglioso sorriso. Tutto questo fa delle Isole Cook uno degli ultimi paradisi!
 

14-16^ GIORNO : AITUTAKI

Pernottamento con tropical breakfast incluso presso l’hotel ETU MOANA ***** in garden & lagoon view villas.
 
Tra gli atolli più belli del pacifico e, facilmente raggiungibili quello di Aitutaki ne è il re. Difficile trovare una laguna così bella per colori, armonia delle coste che la contengono fatte di lunghe strisce di sabbia bianchissima e splendidi motu. Non parliamo poi delle idilliache immagini delle palme che si curvano verso l’ acqua creando sinuosi  scenari di luce ed ombra.  Anche qui volendo è possibile noleggiare un motorino ed esplorare l’isola, girovagando tra microscopici centri abitativi. All’ interno dell’ isola solo palmeti e piccole piantagioni di cocco.
Aitutaki si è trasformata in un mito (più di Bora Bora), ai tempi delle prime trasvolate del pacifico. Infatti la Coral Route che portava dagli Usa alla Nuova Zelanda passava di qui; il romantico idrovolante effettuava il suo ammaraggio nel motu di Akaiami ad Aitutaki.
 

17^ GIORNO : AITUTAKI - RAROTONGA - AUCKLAND - MILANO

Volo per Rarotonga (GZ 615 alle ore 11.40 con arrivo alle ore 12.30) e proseguimento per Auckland. Arrivo a Milano.

La costruzione del viaggio

“Stefano e Veronica, due eccellenti Viaggiatori, amanti della natura , desiderosi che il loro viaggio, andasse a toccare mete lontane, e ancora, per molti aspetti , inesplorate Ed ecco la Nuova Zelanda, da esplorare con un auto a noleggio, in piena libertà, al programma abbiamo poi  aggiunto delle escursioni tutte su base individuale e il risultato e’ stato davvero eccellente Insieme abbiamo approntato un itinerario di grande interesse, che ha offerto una visione approfondita delle località e dei luoghi più famosi e suggestivi dell’Isola del Nord e dell’Isola del Sud, con spettacolari paesaggi naturali e numerose testimonianze della storia e della cultura di questa terra. Tutto in auto, intervallato da voli aerei, suggestivi percorsi : Auckland,  il principale centro del Paese, con le vicine e  principali location dei film ispirati alla saga del Signore degli Anelli, l’altopiano vulcanico di Rotorua, la vivace Christchurch, la pittoresca Regione dei Ghiacciai e le spettacolari scogliere di Milford Sound. E poi il meritato riposo: La "Polinesia Neozelandese", nuova definizione delle Isole Cook, che li ha accolti con la dolcezza del suo clima, la bellezza delle sue lagune, il candore delle sue spiagge e la spontaneità dei suoi abitanti. Un arcipelago le cui isole più note, Rarotonga e Aitutaki, sono solo il punto di partenza per scoprire un vero paradiso tropicale: la spiaggia di One Foot Island ad Aitutaki è stata definita la più bella di tutto il Pacifico….. Un viaggio che ho vissuto in tutto e per tutto, a cui mi sono dedicata con maggiore e piu’ grande entusiasmo, forse perche’ piu’ originale, o semplicemente perche’ Veronica e Stefano sono stati fortemente contagiosi con la loro voglia di fare, di esplorare Li ringrazio:  è stato un grande piacere seguire due esperti Viaggiatori, in una simile esperienza e appagarli in tutto e per tutto…. Anna”  
Realizzazione sito web e consulenza marketing easy-Technology