GIAVA + BALI + MAUPITI + TAHA + AUCKLAND + SINGAPORE.

Il pensiero degli sposi.

Prima di tutto io e Luca volevamo ringraziarti per tutto.  É stato semplicemente indimenticabile. Un sogno in ogni dettaglio. Ogni meta ci ha dato tanto, ci siamo riempiti il cuore e gli occhi di emozioni e colori.  Come sai io avevo proprio bisogno di staccare, ma non pensavo che avrei provato certe emozioni. La Polinesia mi ha rigenerata. Certo, i paesaggi, i colori, il lusso al Vahine a Taha'a... tutto fantastico, ma i loro ritmi, i sorrisi e le storie dei locali di entrambe le isole, e specialmente il contatto con la natura mi sono entrati sotto la pelle... non so spiegartelo, ma in quei pochi giorni mi sono sentita come se alcuni pezzi del puzzle della mia vita negli ultimi anni si fossero rimessi a posto. Da quando siamo tornati diverse persone ci hanno chiesto cosa è stato più bello, ma è davvero difficile dare una risposta a questa domanda. La tua organizzazione è stata impeccabile: non potremmo essere più felici di esserci affidati (e fidati) a te. É un messaggio un po' confuso, me ne rendo conto, ma te l'ho scritto di getto col cuore. Appena possibile ti mandiamo una mail di feedback completa.  Per il momento, grazie ancora di cuore da parte di entrambi! Buona giornata! Ps. Lo zaino e il borsone che ci hai dato hanno fatto conquiste in Polinesia e Nuova Zelanda!

1^ Giorno: Milano - Singapore.

Partenza da Milano con voli intercontinentali e pernottamento a bordo.

2^ Giorno: Singapore - Denpasar - Java.

Arrivo all’aeroporto di Yogyacarta, situata sull’isola di Giava. Incontro con la guida locale e trasferimento in hotel. Pasti liberi. Pernottamento.

3^ Giorno: Yogyakarta (Prambanan).

Prima colazione. Incontro con la guida locale e partenza per la visita della piana di templi di Prambanan, considerato il massimo monumento induista dell’Indonesia. Tre sono i templi che si distinguono all'interno del complesso, quelli dedicati a Brahma, Vishnu e Shiva, quest’ultimo alto circa 47 m e decorato con bassorilievi che raccontano la storia di Ramayana. Si visita poi il museo Affandy ed una galleria di batik, tessuti colorati mediante questa tecnica tradizionale tipica dell’isola di Giava. Al termine sistemazione in hotel. Pranzo in hotel. Resto del pomeriggio libero per relax o attività individuali. Cena in ristorante con spettacolo di danze tipiche giavanesi. Rientro in hotel e pernottamento.

4^ Giorno: Yogyakarta (Borobudur).

Prima colazione. Al mattino visita della città capitale culturale del paese con il "kraton", palazzo fortificato situato nel cuore della zona vecchia e tutt'ora residenza del sultano, il Taman Sari, detto anche "castello sull'acqua", costruito a metà del 1700 da un architetto portoghese, ed il caratteristico mercato degli uccelli. Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio partenza per Borobodur, il famoso tempio-montagna risalente al IX secolo, il più grande monumento buddista al mondo. Interamente costruito in pietra e recentemente restaurato dall'UNESCO, è formato da varie terrazze o basamenti, ornati da bassorilievi che raccontano la vita di Buddha e rappresentano i vari stadi da percorrere per raggiungere il Nirvana. Rientro a Yogyacarta con soste per visitare i piccoli templi di Candi Pawon e Candi Mendut. Rientro in hotel. Cena in hotel e pernottamento.

5^ Giorno: Yogyakarta (Solo, Candi Cetoh, Candi Sukuh).

Prima colazione. Partenza per Solo (Surakarta), situata a circa 65 chilometri da Yogyacarta, antica capitale del regno di Mataran, uno dei centri più importanti della cultura javanese. Visita della città con il palazzo del sultano Mangkunegaran, che ospita le preziose collezioni di oggetti appartenute ai Sultani di Solo. Partenza per la visita dei templi hindu Candi Cetoh e Candi Sukuh, situati a circa 900 metri s.l.m, alle pendici del vulcano Lawu (3.265m), considerato sacro dai javanesi. Costruiti prima della diffusione dell'Islam sono ritenuti i templi induisti più antichi di Java e combinano elementi dello shivaismo e del culto della fertilità con chiari riferimenti a simboli sessuali maschili e femminili e numerose immagini erotiche. Pranzo in ristorante locale in corso d’escursione. Rientro a Joyakarta nel tardo pomeriggio. In serata cena in ristorante locale espettacolo tradizionale. Pernottamento.  

6^ - 11^ Giorno -: Yogyakarta - Denpasar - Ubud.

Prima colazione. Al mattino trasferimento in aeroporto e proseguimento per Denpasar.  
Arrivo in aeroporto e trasferimento presso Glamping Sandat e inizio del soggiorno.
 

11^ Giorno: Denpasar - Singapore - Auckland.

Volo interno e pernottamento a bordo.

12^ - 16^ Giorno: Maupiti.

Si supera la linea del cambio data e si arriva il giorno stesso. Arrivo poco la mezzanotte . Incontro con un incaricato e trasferimento su base collettiva all’hotel. Pernottamento con  trattamento di mezza pensione in bungalow presso LE KURIRI PENSION.


 

16^ - 20^ Giorno: Taha'a.

Trasferimento su base collettiva all’aeroporto e volo per Raiatea, ( VT 730 HRS 1400/1420)Barca per Taha’a. Sistemazione in overwater bungalow con trattamento di mezza pensione presso VAHINE ISLAND RESORT.

21^ Giorno: Taha'a - Papeete.

Barca per Raiatea e quindi volo per Papeete. 
Trasferimento su base collettiva all’hotel.
Pernottamento in camera standard presso MANAVA SUITES *** .

22^ - 25^ Giorno: Papeete - Auckland.

Trasferimento su base collettiva all’aeroporto e volo indicato per Auckland. Si supera la linea del cambio data e si arriva il giorno dopo.
All'arrivo sistemazione in hotel e pernottamento. Giornate a disposizione per visita della città.

25^ - 28^ Giorno: Singapore.

Trasferimento libero all’aeroporto e volo per Singapore.Trasferimento libero all’hotel. Pernottamento in executive room con colazione presso THE SCARLET HOTEL **** .
Al termine del soggiorno rientro in Italia.

La costruzione del viaggio.

Un viaggio destinato a due persone speciali…  Valentina e Luca, conosciuti nel corso di una fiera in cui tutt’ora credo molto poco e che forse non farò più, loro un raggio di sole nelle tenebre, al volo mi dicono che abitano lontano, molto, ma che certamente mi contatteranno. Al momento ci credo poco, e poi arrivano le mail da quel lontano che mai può essere più vicino, tanta è la nostra empatia, voglia di conoscerci e di fare bene insieme. In quel momento la condivisione di dolori diversi sì, ma che alla fine hanno lo stesso sapore di smarrimento e infinita tristezza… crea una situazione surreale vera di grande feeling. Per l’organizzazione del viaggio, il punto fermo è e deve essere la Polinesia. Li vedo pronti per esperienze fuori dal comune, che non siano le classiche destinazioni abbinabili al Paradiso, e quindi propongo un Estremo Oriente originale, l’isola di Giava, ancora incontaminata con i suoi bellissimi templi ancora dall’atmosfera intensa, Bali che nella sua commercialità e carattere scontato, sa ancora essere di grandissimo appeal, specie poi se si propongono location come il Glamping Sandat e infine Singapore, al rientro di questo lungo e bellissimo viaggio.   Nel mezzo la Polinesia più autentica in strutture piccole non appartenenti alle più lussuose e blasonate catene alberghiere, loro vogliono altro, io voglio proporre altro… MAUPITI, la Polinesia di parecchi anni fa e l’isola della vaniglia, Taha’a tripudio di colori e profumi Sulla via del ritorno, prima di raggiungere l’effervescente Singapore, una capatina a Auckland dove non può mancare un giro a Hobbiton, qui tanti ricordi famigliari… Questo viaggio mi è entrato dentro, un po’ perché lo reputo davvero entusiasmante e originale in termini di combinazioni, un po’ proprio per le persone che ha coinvolto. Grazie Valentina, Grazie Luca, siete stati la dimostrazione che la lontananza non conta quando c’è fiducia e stima…. Qui è casa vostra e sarà sempre aperta, anche solo e soprattutto per un saluto…   Anna  

Richiedimi informazioni senza impegno

Per ricevere informazioni sul tuo prossimo viaggio o sul vostro viaggio di nozze, compila tutti i campi richiesti e sarò felice di rispondere personalmente a ogni vostra domanda.
Leggi l'informativa completa sulla privacy
Captcha
Created by Vecomp Web Agency | Powered by SelfComposer CMS